L’Angolo Della Nena

15 04 2009

Nuova settimana! Nuova, si fa per dire, visto che siamo all’incirca a metà.

Comunque sia, oggi c’è stato il ritorno a scuola. Sinceramente, ieri pensavo peggio, invece è stato come se ci fosse stata solo una domenica nel mezzo. L’idea che manchino ancora un paio di mesi all’estate mi fa sembrare quasi più pesante questo rientro, però non è poi così negativo: come mese, aprile è piuttosto spezzettato e, in fondo, due mesi probabilmente voleranno, tanto che nemmeno me ne accorgerò.

Non ho molto altro da aggiungere, perciò oggi finisco qui.

Ah, dimenicavo: Buona Pasqua a tutti!

Aprile fa il fiore e maggio gli dà il colore.
_Proverbio Italiano_

Alla prossima!

Baci!

Dalla Nena  

Creative Commons License





Diario Di Un Mascalzone

21 03 2009

Welcome back!!!!!! Scusatemi tanto per i ritardi di “Diario di Un Mascalzone”, “Spazio alle Buffonate” e “Le Cronache Del Mascalzone”…..oggi recupero il diario…lunedì Lord Craco recupererà la sua rubrica e Le Cronache Del Mascalzone sono già in lavoro. Ma passiamo ad altro.

Parliamo delle rotture delle relazioni amorose. Certo tutti sanno che chi viene lasciato, senza sapere che l’altro non voleva più continuare la storia, passa un brutto periodo. Ma chi si è mai soffermato a pensare come sta colui che lascia? Certo a volte ci sono delle persone veramente bastarde che il giorno dopo aver rotto stanno già con un’altra persona. Ma altre volte anche per chi lascia è difficile dire addio ad una persona a cui, per un motivo o per l’altro, è affezionato. Sa che si deve risparmiare frasi come: “Non sei tu….sono io….” Frasi che non vogliono dire assolutamente niente. L’unica cosa che si deve preoccupare, a mia opinione, è di far soffrire il meno possibile l’’altra persona, perché altrimenti resterà un peso fisso sulla coscienza.

Si…senza dubbio è questa l’unica cosa importante.

.

The Calzo’s Life

.

Questa settimana è stata piena di svolte. Innanzitutto i due giorni di forum studentesco alla sede di Sesto Fiorentino. Nel primo giorno ho tenuto un’assemblea io con il mio amico baglio sugli alieni! Sfortunatamente ci avevano sistemato in un’aula qualsiasi invece dell’aula magna (molto + grande e adatta all’assemblea). È andato tutto storto: prima non faceva il proiettore, poi le casse….Alla fine abbiamo dovuto far vedere i nostri video dal computer…..xò sono contento del fatto che un gruppettino di persone erano interessate e sono rimaste a vedere. Il giorno dopo poi sempre il baglio doveva fare un’assemblea, questa volta sui messaggi subliminali, in aula magna e infatti è andata molto bene. Poi per il resto è stata una settimana pessima……non mi voglio parlare troppo di cose personali ma collegate tutto a quello che ho detto nelle riflessioni e fate 2 + 2 …….

.

Top Of The Mascalzone

.

Miley Cyrus – The Climb: dopo mesi che dico che bisogna sempre rialzarsi quando la vita fa degli sgambetti ho trovato la canzone che esprime tutto questo! Ebbene si, è proprio lei Miley alias “Hannah Montana”.a cantare questa traccia, inserita nella colonna sonora di Hannah Montana The Movie. Io credo sia la più bella canzone della Cyrus e tutte le volte che l’ascolto mi fa venire voglia di combattere per i miei sogni, i miei ideali……..

.

Ne-Yo – Mad: terzo singolo estratto da Year Of The Gentleman, Mad è una ballata malinconica sulla rottura di una storia d’amore (tanto x restare in tema). Il video in bianco e nero aumenta la tristezza complessiva che fuoriesce dal complesso. Nonostante tutto Mad è un pezzo orecchiabile, molto in stile Ne-yo.

.

Katy Perry – Thinking Of You: anche per Katy Perry, Thinking of You è il terzo singolo estratto dal suo primo album. Prima ballata per Katy, la traccia è carina anche se il suo tono di voce in alcuni punti magari stona. Il messaggio è semplice: dopo che un ragazzo gli ha detto di continuare la sua strada senza di lui, lei , anche pur essendo con altri uomini, pensa a lui. Il video rispecchia alla perfezione il messaggio della canzone e possiamo vedere una Katy un po’ più matura rispetto a quella di Hot N Cold.

.

Pillola Del Passato:

Lighthouse Family – High: ecco una pillola del 1997 tutta da gustarvi. Credo che tutti conoscano questa canzone, o per sentita dire o per averla sentita almeno una volta. Canzone veramente bella, allegra, che mette di buon umore e riesce a strapparti un sorriso anche nei giorni più bui. Una canzone che rimane in testa e non la lascia andare così facilmente. Godetevi questa chicca!

.

RESTATE SITONIZZATI!

Dal vostro blogghista MascalzoneSimpa





Le Cronache Del Mascalzone

6 03 2009

Capitolo 3

.

Anche qui dato che ora subentrano le voci degli alter-ego degli altri personaggi la legenda è questa:

Sottolineato colore marrone MascalzoneSimpa (non sottolineato Alberto)

Sottolineato colore rosso Galaxy (non sott. Giusy)

Sottolineato colore verde Il Re Pagliaccio (non sott. Giovanni)

.

Nello scorso episodio avevamo lasciato Alberto e MascalzoneSimpa in viaggio verso la missione.

Una volta arrivati alla paninoteca di Gianni scoprono dal cassiere, il quale era comandato da un’anima commissionata dal Sommo Capo, che la Tanzoni, comandata da Lord Kreskon, si aggirava nei pressi del deserto del Gobi. SCHERZO! XD Si trovava precisamente nel cortiletto della scuola. Non appena sapute le coordinate MascalzoneSimpa si trasporta sul luogo, ma prima di cominciare la missione devono aspettare gli altri componenti del gruppo. Inoltre il “cassiere” gli comunica che nonostante il corpo lo stia comandando in teoria l’alter-ego ognuno dei tre componenti sentirà le parole sia dell’anima insiediata che della persona stessa. Una volta arrivati Alberto comincia a parlare con MascalzoneSimpa.

“Dimmi…..come sono gli altri?”

Bhè….Il Re Pagliaccio è veramente simpatico, mi fa sempre morire dal ridere…per quanto riguarda Galaxy non so….non mi fido molto di lei…d’altronde è sempre la nipote di Lord Kreskon!”

In quello stesso istante si sente una dolce voce: “Sarà meglio che ti abitui perché io sono in squadra con te cocco!. Galaxy era una ragazza alta quanto Alberto, abbastanza magra, dai capelli rossi e gli occhi celesti e con uno sguardo davvero agguerrito.

“Scusalo, non è molto ferrato in buone maniere!”

“No, scusami te anche la mia amica qui non è proprio una gentil-donna…..comunque io sono Giusy e la mia anima protettrice Galaxy!”

“Alberto piacere…e il mio amico è MascalzoneSimpa!”

Nel frattempo si sente uno squillo di campanellini……in vortice poi all’improvviso apparve il Re Pagliaccio. Aveva un buffo cappello da giullare che non appena si muoveva faceva un sacco di rumore, era magro, non molto alto e aveva i capelli verdi.

Benvenuti al Circo!!!!!”

“Eh questo chi sarebbe? L’ultimo degli Sfigati??”

“Come osi insultare il Re Pagliaccio??? Ora ti meno!!!!”

“Calmi ragazzi….rilassiamoci……”

“Bravo Alberto!- disse una voce dal nulla- mi presento….io sono il vostro Maestro-Guida n 369 divisione XY scompartimento A1LK…..ma voi potete chiamarmi Tony! Vi spiego come andranno le vostre missioni…..praticamente ogni settimana noi dell’altro mondo manderemo degli indizi per capire come accedere all’isola Tiki El Bom Bom…. – risolino generale… – comunque dicevo…..voi dovrete collaborare poiché Lord Kreskon ha deciso di non accettare queste regole e seminerà panico finché non riuscirà ad arrivare all’isola…. ogni volta che riuscire a scovare l’indizio vi sarà assegnato un punto e una volta sconfitto definitivamente Lord Kreskon a colui che ha più punti sarà concesso di tornare nel nostro mondo…ma ricordatevi dovete collaborare altrimenti tutta la catena si spezzerà……”

“QUALE CATENA?”- domandarono tutti all’unisono

“Bho non lo so….ma ci stava bene XD Inoltre come avete ben notato ognuno di voi ha il simbolo della Fenice con se: Alberto ha la collana della Fenice, Giovanni il cappello della Fenice e Giusy il tatuaggio della Fenice…comunque l’indizio di oggi è:

L’ABITO NON FA IL MONACO

Buona fortuna……”

“Ok capito tutto! Andiamo in Chiesa!”

“Ma che dici! Certo che sei proprio un pagliaccio! Ad ogni modo io sono Giovanni e lui, come avrete ben capito è Il Re Pagliaccio”

“Si si e io sono stufa possiamo cominciare????”

“Che caratterino! Cmq su ragazzi iniziamo!”

Nel frattempo un enorme nuvolone coprì il cielo e all’istante cominciò una terribile tempesta.

Oh no! Non è un buon segno…..so cosa sta per succedere….”

“Che cosa? Una tempesta di rane???”

“Ma che hai al posto della testa un cocomero??!!!!! Stavo dicendo che sta per arrivare mio zio….Lord Kreskon!”

Dal cielo scese la Tanzoni, più brutta del solito, con i porri che si erano triplicati e quasi non si riusciva a distinguere le varie parti del corpo.

“Ammazza oh! Questo Lord Kreskon è bravo! È riuscito a far diventare un mostro un comune cesso!”

“Sono onorato di questo tuo riconoscimento…..ma lasciatemi stare poveretti……non avete alcuna chance con me!”

Modesto il tizio èh?!”

Poi d’un tratto un fulmine aprì un varco che risucchiava ogni cosa.

“è stato lui, Galaxy?”

“No non sa aprire i varchi, può usare solo il potere della tempesta…..ma allora che è quello?”

“Mentre voi restate qui a discutere intanto io vi distruggo se non vi dispiace! Pioggia di fulmini cadenti!”

Una marea di fulmini cominciarono a distruggere tutto quello che trovavano. I tre compagni si sentirono atterriti e cercarono di sfuggire a queste onde distruttrici. Galaxy si dimostrò sorprendentemente agile, evitando ogni fulmine, forse anche poiché conosceva questa tecnica e Il Re Pagliaccio d’altro canto usò il suo singolare cappello come scudo, ruotandolo per aria respingendo così tutti i fulmini. Invece MascalzoneSimpa non seppe come reagire e si immobilizzò; ebbe solo il tempo di crearsi una barriera d’aria di fronte a se.

“Ma cosa stai facendo? Non dovevi essere te a combattere?”

Vedi, loro si devono essere allenati perché queste nuove tecniche non le avevo mai viste prima…..io non so come reagisce questo corpo ai combattimenti!”

“Che cosa?!”

In quell’istante MascalzoneSimpa abbassò la guardia, facendo svanire la barriera e Lord Kreskon sfruttando il momento, lanciò a tutta velocità un nuovo fulmine.

“Attento!”

.

Come andrà a finire questo scontro? Scopritelo nel prossimo episodio!

.

(lo so, adesso state rosicando nell’attesa! XD )

Creative Commons License




Le Cronache Del Mascalzone

19 02 2009

Capitolo 2

Premessa: le parole sottolineate sono dette dal MascalzoneSimpa per dividerle da quelle di Alberto.

Mercoledì Mattina.

“Dimmi una cosa Mascalzone……cosa hai fatto per essere esiliato in questo mondo?” Chiese curiosamente Alberto.

Bhè…ecco devi sapere che nell’aldilà ci sono delle regole e queste regole ti impediscono di creare turbini vorticosi soltanto per far spaventare delle persone….”

“E te ti sei spinto fino a ciò?”

“Ma che scherzi?!”

“Ah menomale…”

“Io ho fatto molto di peggio! Ho fatto uno scherzo terribile insieme ad un mio amico al sommo capo…ho trasformato tutta la sua famiglia in rane ballerine ed ho allestito uno spettacolo a Deus Star, il nostro Brodway e diciamo che lui non l’ha presa proprio bene……”

“Mah….chi può biasimarli…ehi aspetta! Ma quindi questo vuol dire che altre anime sono state esiliate qui sulla terra!”

“Si certo siamo stati in quattro ad essere esiliati: Io, Il Re Pagliaccio ovvero il mio complice e migliore amico, Lord Kreskon perché accusato di voler spodestare il sommo capo e Galaxy, la sua nipote, punita per essere l’assistente di Kreskon….”

“Ah ma quindi poi potremmo collaborare con queste altre persone?”

“No assolutamente no. Perlomeno non nelle missioni finali che ci affideranno perché solo un anima potrà ritornare nell’altro mondo…….”

“ehi! Ma che ore sono? Le otto e cinque?!!!!Ma siamo in mega-ritardissimo per scuola!”

“Tranki ci penso io, tu fammi controllare il corpo”

In un battito d’occhio Alberto si ritrovò al cancello della scuola, ma lasciò comunque controllare il corpo a MascalzoneSimpa per godersi la giornata in pace. Mentre il ragazzo entra in classe gli viene incontro un altro ragazzo dai capelli bruni corti, un po’ robusto e con gli occhiali.

“Ciao Alberto!”

“Ehi ciccio! Il tipo qua cerca te!” disse MascalzoneSimpa ad Alberto

“Tranquillo è Simone il mio migliore amico”

“Si vede che hai tante cose da imparare…”

“Ehi! Smettila e salutalo!”

“Ciao Simone!”

“Come mai questo repentino cambio di look?”

“Bhè sai io sono figo e gli altri non lo potevano vedere ma adesso si!”

“Che modesto!”-disse Alberto

“E che fine ha fatto il mio migliore amico nonchè secchione della classe?”

“Oggi ho preso un giorno di sciopero…”

“Ragazzi mettetevi seduti! Su avanti!” – disse la professoressa di lettere. Era una signora di mezza età, bionda, con porri che uscivano da ogni angolo della faccia e con un ghigno malefico che non presagiva niente di buono.

“Adesso fanno delle torture a scuola????”

“Ma no! lei è la professoressa Tanzoni, meglio conosciuta con il nome di Grazioso Opossum…”

Direi che siete stati anche troppo gentili ad affibbiarle quel nome…..in ogni caso: Buongiorno Grazioso Opossum!”

“MascalzoneSimpa! Mi metti nei guai!”

“Come hai osato chiamarmi Luccaioli Alberto? Bhè…sai che ti dico oggi interrogo a letteratura! Vieni vieni Luccaioli!”

“Ma cosa hai combinato????? Adesso mi tocca prendere possesso del corpo per l’interrogazione e ieri non ho studiato niente dato che sei arrivato tu!”

“Tranquillo ci penso io!”

Dopo una straziante interrogazione terminata con un bel 4 e mezzo il Mascalzone torna al banco soddisfatto….

“Ma perché sei felice? Abbiamo preso 4 e mezzo!”

“è già meglio di 3 non credi?”

“Effettivamente…….speriamo che questa giornata non degeneri…”

Fortunatamente la giornata di Alberto e MascalzoneSimpa non si complicò ulteriormente se non per qualche richiamo da parte dei professori dato che il Mascalzone chiacchierava in continuazione…..

Dopo il suono dell’ultima campanella Alberto, ripreso possesso del suo corpo dopo essere andato in bagno va incontro a Simone che lo stava aspettando.

“Ehi Alberto! Che strano giorno oggi èh? Diciamo che ti sei preso un giorno di pausa e hai fatto proprio bene! Ah..oggi vieni comunque da me vero?”

“Certo e preparati a sentire una grandissima notizia….”

“Ok a dopo!Ciao!

“Ma che ti è saltato in mente?? Non puoi rivelargli di me! A nessuno può rivelarmi!”

“Ma perché? Ci si può fidare di Simone! Lui è il mio migliore amico!”

“Per ora è meglio lasciarlo all’oscuro di tutto…credimi…..”

“Ok ma non resisterò per molto…..”

Appena arrivati a casa Alberto vede una lettera sul comodino. Non appena la apre esce fuori una specie di ologramma dal quale esce uno strano oggetto argenteo simile ad un drago.

“Questa è la Fenice Argentea situata in una grotta dell’isola Tiki El Bom Bom ,lo so non abbiamo trovato nessun nome migliore…..comunque l’isola che si trova al centro dell’Oceano Pacifico si erigerà soltanto quando noi della commissione avremo deciso che ogni anima ha aiutato il proprio discendente….quindi per la prima parte le tre anime non del tutto malvagie ovvero te il Re Pagliaccio e Galaxy dovete collaborare contro Kreskon che si è già ribellato e passa di corpo in corpo seminando panico e terrore…la sua prima vittima è una certa professoressa Tanzoni..vi voglio all’opera immediatamente…recatevi subito al quartiere generale…”

“Sarebbe?”dissero all’unisono MascalzoneSimpa e Alberto.

“La paninoteca di Gianni.Passo e chiudo.”

“Ah capito! Visto dopo un quattro e mezzo bisogna menarla!”

“Su dai non scherzare…ehi ma adesso devo dare buca a Simone! Vabbè è la prima volta spero che capirà…….”

Dopo aver disdetto l’incontro con Simone, Alberto si preparò per l’imminente missione.

“Ma come facciamo a combattere? Io sono una frana!”

“Infatti te mi servi solo alla fine. Io combatterò il duello e poi quando sarà il momento tu riacquisterai il corpo e pronuncerai la formula magica Magnus Exilius per animum malvagium!”

“Davero?”

“No! Stavo scherzando..non ho idea di come fare..ma adesso andiamo!”

Cosa accadrà ai nostri personaggi? Scopritelo nel prossimo capitolo!

Creative Commons License




L’Angolo della Nena

18 02 2009

Altra settimana, stesse novità.

Nonostante siano passati già sette giorni è tutto come mercoledì scorso. Beh, più o meno. Credo di aver capito come posso smettere di essere minata da ciò che mi infastidisce: devo semplicemente ignorarlo e passare oltre. Ho un po’ provato, negli ultimi giorni, e devo dire che un po’ funziona. D’altra parte, in che altro modo posso smettere di farmi ‘ste paranoie? Per ora solo ammutolendole così. Prima o poi mi passerà: porterò pazienza e aspetterò. Non riesco a fare altro.

Comunque, direi che anche quest’Angolo possa finire qui. È lungo suppergiù come l’ultimo che ho scritto, ma è meglio così, piuttosto che riempire pagine e pagine sempre con le stesse scemenze.

Image Hosted by ImageShack.us

Tollera ciò che accade come se avessi voluto che accadesse.
_Seneca_

Image Hosted by ImageShack.us



Al prossimo mercoledì!

Baci!

Image Hosted by ImageShack.us Dalla Nena  Image Hosted by ImageShack.us

Creative Commons License





L’Angolo Della Nena

7 01 2009

Buon anno a tutti! Inizio subito con l’augurarvi un buon 2009.

Che onore, avere in mano la rubrica che per prima riaprirà il Blog del Mascalzone. Mi chiedo se ne sarò all’altezza. Si spera.

Siamo alla prima settimana del 2009. Wow! Quando si dice che il tempo vola! È incredibile che solo sette giorni fa era ancora il 2008. Da una parte, pensare che ci sono 12 mesi di 2009 da trascorrere mi carica di energia; dall’altra, pensare che un altro anno è finito, mi ricorda che il tempo scorre e mi riempie di nostalgia.

E con gennaio si conclude uno dei miei periodi dell’anno preferiti. Peccato. D’altra parte, se durasse sempre perderebbe il suo valore.

E sempre a gennaio, si riprende il tran-tran quotidiano. Oggi di nuovo a scuola; credevo sarebbe stata più dura, dopo quelle due settimane nel dolce far niente, invece è stato piacevole. Ovviamente, solo per il fatto che ho rivisto i miei amici. In classe congelavo e il termosifone non aiutava granché. Però nell’ora di ginnastica ho avuto modo di riscaldarmi… con lo stretching. Image Hosted by ImageShack.us

Ok, francamente, non so che altro scrivere. Meglio non essere troppo noiosi già dal primo “rientro”. Image Hosted by ImageShack.us

Image Hosted by ImageShack.us

Il tempo ha la proprietà fondamentale di scorrere sempre nel medesimo verso.

_Vittorio Giovanni Rossi_

Image Hosted by ImageShack.us

Al prossimo mercoledì!

Baci!

Image Hosted by ImageShack.us Dalla Nena Image Hosted by ImageShack.us

Creative Commons License





The Calzo’s Life

6 12 2008

Se vi stavate chiedendo: dove è il rompicoglioni-sparacazzate del sabato? Eccomi qui!

Se ancora non avete chiuso la pagina web, vi faccio cambiare idea…………

Settimana tranquilla questa: a scuola qualche compito e interrogazioni qui e là, martedì è stato il compleanno del mio babbo, infatti lo stesso giorno io e mia sore siamo andati a comprargli il regalo ai Gigli (nel frattempo ho anche comprato il nuovo cd della Tatangelo) e venerdì Hip Hop come sempre. Anzi venerdì ci ha insegnato come si crea l’onda con le braccia……ma ci devo lavorare!!! La faccio da schifo!!!

Oggi? Bhè, oggi normale. Stasera tutti al cinema con la solita baraonda per scegliere il film. Ma perché dobbiamo sempre litigare? Gli altri gruppi non lo fanno! Perché noi si?????? A me non importa mai il film (almeno rare eccezioni). A me basta uscire ma il più delle volte sono io quello che rimane fregato. Perché????

Adesso lascio la mia fatidica scrivania del computer per lasciarmi trasportare dalle mie emozioni (in pratica: vado a giocare alla wii!XD).

CIAO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Gazzenda’s Pills

Scambio di identità all’appello

Numero di giocatori: da 2 in su

Dove: in classe

Quando: all’inizio della prima lezione del lunedì.

Cosa serve: un corso di immedesimazione col metodo stanislawsky

Come funziona:

Gioco da farsi durante il fatidico appello. Coloro che decidono di giocare scrivono il loro nome su un biglietto. Tutti i biglietti vengono messi in un contenitore ed ogni giocatore estrae un biglietto, scoprendo la sua nuova identità. Ecco allora che durante l’appello ognuno dovrà rispondere secondo la sua nuova identità. Praticamente quando il prof chiamerà Lucilla Bianchi, a dire “presente, sarà Mario Rossi e così via. Quelli che verranno “beccati” dal prof avranno perso. Ovviamente il compito sarà più facile se si deve impersonare una persona dello stesso sesso altrimenti bisognerà in qualche modo camuffare la voce.

Penitenza x lo sconfitto:

Baciare il/la bidella/o a tradimento con la scusa di contarle i nei che ha sulla faccia.

RESTATE SITONIZZATI!

Dal vostro blogghista MascalzoneSimpa