Spazio Alle Buffonate!

24 03 2009

Ben tornati, pajacci di tutto il globo. Sono tornato da poco da una lunga tourneè col Cirque De Solei, cui ho assistito personalmente da accanito fan…e adesso, a malincuore, torno da voi in questo pietoso e tanto sciocco spazio… beh, tagliamo qui tutto ciò di superfluo, passiamo al sodo, subito vi fornirò il nome del nuovo buffone incoronato..” and the winner is” (o sarà meglio parlare di “looser”? ) Cosimo, che si è aggiudicato a pieno onore il premio di supremo buffone dell’ultimo mese. E’ bastato poco, potrete pensare..ma in realtà quel poco che è partito dalla sua strana mentalità da clown ha portato ad uno scossone e degenero generale all’interno della comunità dei pagliacci. “Da oggi niente più pagliacci, l’era dei clown è finita” queste le sue testuali parole, pronunciate durante una piacevolissima cena al racchio in cui noi tutti, grandi buffoni, mangiavamo così a sbaffo tanto da non accorgersi lì per lì della gravità del suo enunciato. “Villani e bestie sostituiranno d’ora in poi le figure di clown, buffoni e pajacci”. e lì ci lasciò ancor più a diacci!!! Un mondo senza pagliacci sarebbe privo della sua essenza fondamentale, risulterebbe vuoto anche di un certo tipo di felicità che solo gli interpreti del circo possono infondere. Il Pagliaccio è come un maestro di vita per tutti noi, elemento imprescindibile dell’esistenza..e poi è del tutto priva di senno questa affermazione dell’ex ‘ncello cosimo, perchè lui stesso, con la sua pajacciaggine, è una viva testimonianza che il clown non smetterà mai di essere tale.
.
testo e musica di CESARE CREMONINI
.
SONO IL GUARDIANO DEL PARADISO
PER ME SI VA SOLTANTO SE SEI STATO BUONO
SONO IL PAGLIACCIO E TU IL BAMBINO
NEL CIRCO HO TUTTO
E VIVO SOLO DI QUEL CHE SONO
LA SERA QUANDO MI SCIOLGO IL TRUCCO
RISCOPRO CHE SONO UN PAGLIACCIO ANCHE SOTTO
.
MA IN FONDO IO STO BENE QUA
TRA LE MIE FACCE E LA MIA FALSITA
MA IN FONDO IO STO BENE QUA
TROVANDO IN QUEL CHE SONO
UN PO DI LIBERTA
.
OH NO! NON RIDERE PERCHE
LO SAI MEGLIO DI ME
CHE NON HO PIU VOGLIA PER RISPONDERTI
PERCHE SEI
SEI COME ME
.
SONO LA SFERA DI UN INDOVINO
NEI MIEI DISEGNI E’ SCRITTO E VEDO IL TUO FUTURO
SONO IL PAGLIACCIO E TU IL BAMBINO
FARO PAGARE CARO AD OGNI UOMO IL SUO SORRISO
LA SERA QUANDO MI SCIOLGO IL TRUCCO
RISCOPRO CHE SONO UN PAGLIACCIO ANCHE SOTTO
E SULLO SPECCHIO DEL CAMERINO
MI FACCIO DELLA STESSA DROGA PER CUI VIVO,
LA VANITA’
.
MA IN FONDO IO STO BENE QUA
TRA LE RETI DEL MIO CIRCO CHE NON VA
MA IN FONDO IO STO BENE QUA
TROVANDO IN QUEL CHE SONO
UN PO DI LIBERTA’
.
OH NO! NON RIDERE PERCHE
LO SAI MEGLIO DI ME
CHE NON HO PIU VOGLIA PER RISPONDERTI
PERCHE SEI,
SEI COME ME

.

Il vostro giullare ma dal cuore reale

Lord Craco





Diario Di Un Mascalzone

21 03 2009

Welcome back!!!!!! Scusatemi tanto per i ritardi di “Diario di Un Mascalzone”, “Spazio alle Buffonate” e “Le Cronache Del Mascalzone”…..oggi recupero il diario…lunedì Lord Craco recupererà la sua rubrica e Le Cronache Del Mascalzone sono già in lavoro. Ma passiamo ad altro.

Parliamo delle rotture delle relazioni amorose. Certo tutti sanno che chi viene lasciato, senza sapere che l’altro non voleva più continuare la storia, passa un brutto periodo. Ma chi si è mai soffermato a pensare come sta colui che lascia? Certo a volte ci sono delle persone veramente bastarde che il giorno dopo aver rotto stanno già con un’altra persona. Ma altre volte anche per chi lascia è difficile dire addio ad una persona a cui, per un motivo o per l’altro, è affezionato. Sa che si deve risparmiare frasi come: “Non sei tu….sono io….” Frasi che non vogliono dire assolutamente niente. L’unica cosa che si deve preoccupare, a mia opinione, è di far soffrire il meno possibile l’’altra persona, perché altrimenti resterà un peso fisso sulla coscienza.

Si…senza dubbio è questa l’unica cosa importante.

.

The Calzo’s Life

.

Questa settimana è stata piena di svolte. Innanzitutto i due giorni di forum studentesco alla sede di Sesto Fiorentino. Nel primo giorno ho tenuto un’assemblea io con il mio amico baglio sugli alieni! Sfortunatamente ci avevano sistemato in un’aula qualsiasi invece dell’aula magna (molto + grande e adatta all’assemblea). È andato tutto storto: prima non faceva il proiettore, poi le casse….Alla fine abbiamo dovuto far vedere i nostri video dal computer…..xò sono contento del fatto che un gruppettino di persone erano interessate e sono rimaste a vedere. Il giorno dopo poi sempre il baglio doveva fare un’assemblea, questa volta sui messaggi subliminali, in aula magna e infatti è andata molto bene. Poi per il resto è stata una settimana pessima……non mi voglio parlare troppo di cose personali ma collegate tutto a quello che ho detto nelle riflessioni e fate 2 + 2 …….

.

Top Of The Mascalzone

.

Miley Cyrus – The Climb: dopo mesi che dico che bisogna sempre rialzarsi quando la vita fa degli sgambetti ho trovato la canzone che esprime tutto questo! Ebbene si, è proprio lei Miley alias “Hannah Montana”.a cantare questa traccia, inserita nella colonna sonora di Hannah Montana The Movie. Io credo sia la più bella canzone della Cyrus e tutte le volte che l’ascolto mi fa venire voglia di combattere per i miei sogni, i miei ideali……..

.

Ne-Yo – Mad: terzo singolo estratto da Year Of The Gentleman, Mad è una ballata malinconica sulla rottura di una storia d’amore (tanto x restare in tema). Il video in bianco e nero aumenta la tristezza complessiva che fuoriesce dal complesso. Nonostante tutto Mad è un pezzo orecchiabile, molto in stile Ne-yo.

.

Katy Perry – Thinking Of You: anche per Katy Perry, Thinking of You è il terzo singolo estratto dal suo primo album. Prima ballata per Katy, la traccia è carina anche se il suo tono di voce in alcuni punti magari stona. Il messaggio è semplice: dopo che un ragazzo gli ha detto di continuare la sua strada senza di lui, lei , anche pur essendo con altri uomini, pensa a lui. Il video rispecchia alla perfezione il messaggio della canzone e possiamo vedere una Katy un po’ più matura rispetto a quella di Hot N Cold.

.

Pillola Del Passato:

Lighthouse Family – High: ecco una pillola del 1997 tutta da gustarvi. Credo che tutti conoscano questa canzone, o per sentita dire o per averla sentita almeno una volta. Canzone veramente bella, allegra, che mette di buon umore e riesce a strapparti un sorriso anche nei giorni più bui. Una canzone che rimane in testa e non la lascia andare così facilmente. Godetevi questa chicca!

.

RESTATE SITONIZZATI!

Dal vostro blogghista MascalzoneSimpa





Ci pensa ì Baglio!

17 03 2009

Bloccare il PC.

Se dovete abbandonare per qualche minuto il posto di vostro PC e non volete che il vostro desktop rimanga accessibile ad estranei, basta premere la combinazione di tasti Windows + L per bloccare Windows: solo inserendo la password sarà possibile effettuare di nuovo l’accesso.

Da sottolineare che in mancanza di password è davvero inutile questa cosa, ma come ho già detto serve soprattutto per chi ha un ufficio.

Un altro sistema per bloccare temporaneamente il PC è creare un nuovo collegamento sul desktop e personalizzarlo digitando questo comando nella casella del percorso:

rundll32.exe user32.dll, LockWorkStation      

Assegnate al collegamento un nome identificativo, come “Blocca il PC” ed impostate un’icona adatta (se avete difficolta ne troverete diverse nel file C:\Windows\System32\Shell32.dll). Un doppio clic sul collegamento vi permetterà di bloccare Windows all’istante.

E Ricordate:

Avete un problema al computer?

Ci pensa ì Baglio!

p.s. (by mascalzonesimpa) = scusatemi per tutti i ritardi delle rubriche…recupererò al più presto e per farmi perdonare sarà introdotta una nuova rubrica……….





L’Angolo Della Nena

11 03 2009
Ed è di nuovo il mio turno! Che nervi…

Non ho nessuna voglia di scrivere! Tanto alla fine non concludo niente! Probabilmente ora il Mascalzone ha avuto un attacco di… boh, non saprei di preciso; diciamo che è solo rimasto così: Image Hosted by ImageShack.us
Vabbè, comunque non posso farci nulla. Stavolta credo non c’entri l’ispirazione, ma la voglia di scrivere. Ad ogni modo, oggi stavo pensando all’ipocrisia; non solo nel senso più brutto del termine, però. Ci sono delle occasioni in cui dire la verità può essere davvero difficile. Non dico che l’ipocrisia sia una bella cosa, anzi, ma piuttosto può diventare, raramente – per fortuna -, necessaria.

La Sincerità resta ad ogni modo la scelta migliore. Sempre.

D’accordo, finiamola qui, per oggi. Image Hosted by ImageShack.us Spero di avere argomenti migliori e una voglia di scrivere maggiore in futuro.

L’ipocrisia è l’omaggio che la verità rende all’errore.
_
George Bernard Shaw_

Al prossimo mercoledì!

Baci!

Dalla Nena 

Creative Commons License





Diario Di Un Mascalzone

8 03 2009

Bentornati ad una nuova edizione di Diario di Un Mascalzone!Ma partiamo subito con l’argomento del giorno. A volte c’è bisogno di una pausa. Dia un momento di rilassamento. Io l’ho scoperto a mie spese in questi giorni. Non credevo di essere così sotto-stress ma in realtà si vede che andavo contro la mia testa che mi diceva di rilassarmi. Perciò ho capito il significato di pausa. Significa dire “BASTA!” quando ormai siamo sfiniti e non ci accorgiamo neanche di quello che ci accade intorno. Certo non è semplice capire quando siamo “fuori servizio” ma è necessario poiché se ogni tanto si fa una pausa si comincia ad odiare cose che prima ci piacevano moltissimo. Solo perché vengono ripetute troppe volte.

Così quando non ce la fate più, dite: BASTA!

.

The Calzo’s Life

Non credo ci sia molto da dire dopo quello che ho scritto sopra. La settimana si è ripresentata monotona come tutte le altre. Per questo in questi ultimi giorno sento il bisogno di staccare, di dire basta. A tutti. Rifugiarmi in un luogo tranquillo dove nessuno mi può trovare. Ma adesso dico Basta a me stesso sennò dilungo troppo! XD. Ah….dimenticavo…sta sorgendo un nuovo progetto…speriamo vada a buon fine.

.

Top Of The Mascalzone

.

Pink – Sober: secondo singolo estratto dal pluripremiato album Funhouse, Sober è una canzone aggressiva, tenace e grintosa. È una scarica di adrenalina che ti entra nelle viscere e ti sconquassa tutto. Proprio una canzone adatta al mio stato d’animo. Quindi se anche voi vi sentite tesi, questa canzone può farvi scaricare tutta la tensione che avete addosso.

.

Pillola Del Passato:

L’Aura – Basta! : canzone del 2008, quindi abbastanza recente, ma come avete visto, adattissima a questo mio periodo. Anche questa canzone, molto meno aggressiva di quella di Pink, riesce però a smuoverti da dentro facendoti magari sperare in un futuro migliore.

.

RESTATE SITONIZZATI!

Dal vostro blogghista MascalzoneSimpa





Le Cronache Del Mascalzone

6 03 2009

Capitolo 3

.

Anche qui dato che ora subentrano le voci degli alter-ego degli altri personaggi la legenda è questa:

Sottolineato colore marrone MascalzoneSimpa (non sottolineato Alberto)

Sottolineato colore rosso Galaxy (non sott. Giusy)

Sottolineato colore verde Il Re Pagliaccio (non sott. Giovanni)

.

Nello scorso episodio avevamo lasciato Alberto e MascalzoneSimpa in viaggio verso la missione.

Una volta arrivati alla paninoteca di Gianni scoprono dal cassiere, il quale era comandato da un’anima commissionata dal Sommo Capo, che la Tanzoni, comandata da Lord Kreskon, si aggirava nei pressi del deserto del Gobi. SCHERZO! XD Si trovava precisamente nel cortiletto della scuola. Non appena sapute le coordinate MascalzoneSimpa si trasporta sul luogo, ma prima di cominciare la missione devono aspettare gli altri componenti del gruppo. Inoltre il “cassiere” gli comunica che nonostante il corpo lo stia comandando in teoria l’alter-ego ognuno dei tre componenti sentirà le parole sia dell’anima insiediata che della persona stessa. Una volta arrivati Alberto comincia a parlare con MascalzoneSimpa.

“Dimmi…..come sono gli altri?”

Bhè….Il Re Pagliaccio è veramente simpatico, mi fa sempre morire dal ridere…per quanto riguarda Galaxy non so….non mi fido molto di lei…d’altronde è sempre la nipote di Lord Kreskon!”

In quello stesso istante si sente una dolce voce: “Sarà meglio che ti abitui perché io sono in squadra con te cocco!. Galaxy era una ragazza alta quanto Alberto, abbastanza magra, dai capelli rossi e gli occhi celesti e con uno sguardo davvero agguerrito.

“Scusalo, non è molto ferrato in buone maniere!”

“No, scusami te anche la mia amica qui non è proprio una gentil-donna…..comunque io sono Giusy e la mia anima protettrice Galaxy!”

“Alberto piacere…e il mio amico è MascalzoneSimpa!”

Nel frattempo si sente uno squillo di campanellini……in vortice poi all’improvviso apparve il Re Pagliaccio. Aveva un buffo cappello da giullare che non appena si muoveva faceva un sacco di rumore, era magro, non molto alto e aveva i capelli verdi.

Benvenuti al Circo!!!!!”

“Eh questo chi sarebbe? L’ultimo degli Sfigati??”

“Come osi insultare il Re Pagliaccio??? Ora ti meno!!!!”

“Calmi ragazzi….rilassiamoci……”

“Bravo Alberto!- disse una voce dal nulla- mi presento….io sono il vostro Maestro-Guida n 369 divisione XY scompartimento A1LK…..ma voi potete chiamarmi Tony! Vi spiego come andranno le vostre missioni…..praticamente ogni settimana noi dell’altro mondo manderemo degli indizi per capire come accedere all’isola Tiki El Bom Bom…. – risolino generale… – comunque dicevo…..voi dovrete collaborare poiché Lord Kreskon ha deciso di non accettare queste regole e seminerà panico finché non riuscirà ad arrivare all’isola…. ogni volta che riuscire a scovare l’indizio vi sarà assegnato un punto e una volta sconfitto definitivamente Lord Kreskon a colui che ha più punti sarà concesso di tornare nel nostro mondo…ma ricordatevi dovete collaborare altrimenti tutta la catena si spezzerà……”

“QUALE CATENA?”- domandarono tutti all’unisono

“Bho non lo so….ma ci stava bene XD Inoltre come avete ben notato ognuno di voi ha il simbolo della Fenice con se: Alberto ha la collana della Fenice, Giovanni il cappello della Fenice e Giusy il tatuaggio della Fenice…comunque l’indizio di oggi è:

L’ABITO NON FA IL MONACO

Buona fortuna……”

“Ok capito tutto! Andiamo in Chiesa!”

“Ma che dici! Certo che sei proprio un pagliaccio! Ad ogni modo io sono Giovanni e lui, come avrete ben capito è Il Re Pagliaccio”

“Si si e io sono stufa possiamo cominciare????”

“Che caratterino! Cmq su ragazzi iniziamo!”

Nel frattempo un enorme nuvolone coprì il cielo e all’istante cominciò una terribile tempesta.

Oh no! Non è un buon segno…..so cosa sta per succedere….”

“Che cosa? Una tempesta di rane???”

“Ma che hai al posto della testa un cocomero??!!!!! Stavo dicendo che sta per arrivare mio zio….Lord Kreskon!”

Dal cielo scese la Tanzoni, più brutta del solito, con i porri che si erano triplicati e quasi non si riusciva a distinguere le varie parti del corpo.

“Ammazza oh! Questo Lord Kreskon è bravo! È riuscito a far diventare un mostro un comune cesso!”

“Sono onorato di questo tuo riconoscimento…..ma lasciatemi stare poveretti……non avete alcuna chance con me!”

Modesto il tizio èh?!”

Poi d’un tratto un fulmine aprì un varco che risucchiava ogni cosa.

“è stato lui, Galaxy?”

“No non sa aprire i varchi, può usare solo il potere della tempesta…..ma allora che è quello?”

“Mentre voi restate qui a discutere intanto io vi distruggo se non vi dispiace! Pioggia di fulmini cadenti!”

Una marea di fulmini cominciarono a distruggere tutto quello che trovavano. I tre compagni si sentirono atterriti e cercarono di sfuggire a queste onde distruttrici. Galaxy si dimostrò sorprendentemente agile, evitando ogni fulmine, forse anche poiché conosceva questa tecnica e Il Re Pagliaccio d’altro canto usò il suo singolare cappello come scudo, ruotandolo per aria respingendo così tutti i fulmini. Invece MascalzoneSimpa non seppe come reagire e si immobilizzò; ebbe solo il tempo di crearsi una barriera d’aria di fronte a se.

“Ma cosa stai facendo? Non dovevi essere te a combattere?”

Vedi, loro si devono essere allenati perché queste nuove tecniche non le avevo mai viste prima…..io non so come reagisce questo corpo ai combattimenti!”

“Che cosa?!”

In quell’istante MascalzoneSimpa abbassò la guardia, facendo svanire la barriera e Lord Kreskon sfruttando il momento, lanciò a tutta velocità un nuovo fulmine.

“Attento!”

.

Come andrà a finire questo scontro? Scopritelo nel prossimo episodio!

.

(lo so, adesso state rosicando nell’attesa! XD )

Creative Commons License




Spazio Alle Buffonate

23 02 2009

“Signore e Signori, buon divertimento.. che la pajacciata abbia inizio!”

Capita spesso al circo che, quando un’esibizione sia andata particolarmente bene e abbia riscosso così grande successo, il pubblico gridi a squarciagola “Bis, vogliamo il Bis”.. ecco, oggi avviene una casistica del genere, c’è un qualcosa che si ripete infatti.. un’incoronazione, per giunta!. Mi spiego meglio. Il vincitore del premio di buffone della settimana và ad un notissimo e per niente rispettabile pagliaccio che già l’aveva conquistato nel passato, determinando quindi la sua primissima doppietta nell’albo di questo spazio, massimi onori per questo!! Bravissimo… Bajo Pagliaccio!!! è lui. Un nome, una leggenda. Nomen-Omen: Pagliaccio 4 ever. “Strano, si sapeva…è troppo pajaccio” questo stareste certamente pensando.. e come darvi torto?!?!?!? E’ una continua buffonata vivente con quattro arti questo pagliaccio campigiano, mai è sazio di scemenze e di mettersi in mostra con lcunia suoi incomprensibili aspetti buffoneschi. Quelli di questa settimana: .A) dinannzi ad una biglietteria cerca di fare l’eroe tentando di anticipare del denaro a me stesso, medesimo, Lord Craco, affinchè le finanze, come a suo modo di evdere, si semplificassero…invece Bordello Assoluto, non c’erano abbastanza banconote da 5.. e lui stesso rischiava di prendersela in tasca da vero clown B) Nemmeno si ricordava ciò che aveva ordinato al ristorante cinese in compagnia di amici pajacci, tanto che, questi ultimi, pur involontariamente e senza che egli stesso se ne preoccupasse, gli rubarono un involtino primavera e dei Waston (skifose, vomitevoli cosine fritte) C) serie di battute veramente indecenti e tristi in macchina sotto l’orecchio vigile dei suoi genitori (addirittura a sfondo erotico) D) le sue INNUMEREVOLI E TIPICHE GIUSTIFICAZIONI, spesso d’una assurdità inconcepibile, ogni volta che gli viene detto qualcosa che danneggi la sua figura o che venga incolpato, colpito nell’orgoglio…

ps: sembra un essere dimmerda da come descritto, tuttavia gli si vole tutti un monte di bene al pajaccio bajo.. (minimo rispetto però!!!)

“Il clown in fin dei conti è quello che facciamo noi nella vita naturale. Allora, tu cammini per la strada prendi un palo in faccia, Bawn! Naturalmente tu prendi il palo non è che tu ridi, sarebbe il colmo, prima piangi, poi dopo forse dici che cavolo mi è successo, perché dipende come prendi il palo, se ti chiama qualcuno, in quel momento tu sei distratto, leggi il giornale, come a me è capitato, quindi fai ridere, scivoli su una pelle di banana, cosa molto antica, ma è più facile a Messina scivolare su una “merd” e arrivi con il culo per terra. Adesso stiamo ridendo, ma quando tu arrivi a terra non è che ridi tanto, ma c’è qualcuno che passa accanto: “Hee!Hee” che ride,- cretino!- Ma è normale che ride, perché sono le cadute. Allora sono delle cose che il pagliaccio in fin dei conti, ad esempio prende uno schiaffo scherzoso, anche se si dice gioco di mani gioco di villani, poi c’è quello brutto che ti dà una gran “tumpulata’nta faccia” (vigoroso schiaffo), i schiaffi finti, una pedata nel culo finta che fa ridere ma sono delle cose che quando prendi una pedata nel culo o uno schiaffo fanno male e quindi è strano. Il pagliaccio è strano, perché in fin dei conti fa ridere su delle cose brutte, cattive che fanno piangere. Quindi il pagliaccio è uno che è triste e alla fine , non per niente si deve truccare per essere non se stesso. Perché se era gioia, non c’era bisogno di truccarsi. Il trucco nasconde il pagliaccio, che fa ridere ma è triste»
Estratto da un’intervista di Eugenio Vanfiori a Gérard Foucaux (2006):


Il vostro giullare, ma dal cuore reale

Lord Craco