Spazio Alle Buffonate

23 02 2009

“Signore e Signori, buon divertimento.. che la pajacciata abbia inizio!”

Capita spesso al circo che, quando un’esibizione sia andata particolarmente bene e abbia riscosso così grande successo, il pubblico gridi a squarciagola “Bis, vogliamo il Bis”.. ecco, oggi avviene una casistica del genere, c’è un qualcosa che si ripete infatti.. un’incoronazione, per giunta!. Mi spiego meglio. Il vincitore del premio di buffone della settimana và ad un notissimo e per niente rispettabile pagliaccio che già l’aveva conquistato nel passato, determinando quindi la sua primissima doppietta nell’albo di questo spazio, massimi onori per questo!! Bravissimo… Bajo Pagliaccio!!! è lui. Un nome, una leggenda. Nomen-Omen: Pagliaccio 4 ever. “Strano, si sapeva…è troppo pajaccio” questo stareste certamente pensando.. e come darvi torto?!?!?!? E’ una continua buffonata vivente con quattro arti questo pagliaccio campigiano, mai è sazio di scemenze e di mettersi in mostra con lcunia suoi incomprensibili aspetti buffoneschi. Quelli di questa settimana: .A) dinannzi ad una biglietteria cerca di fare l’eroe tentando di anticipare del denaro a me stesso, medesimo, Lord Craco, affinchè le finanze, come a suo modo di evdere, si semplificassero…invece Bordello Assoluto, non c’erano abbastanza banconote da 5.. e lui stesso rischiava di prendersela in tasca da vero clown B) Nemmeno si ricordava ciò che aveva ordinato al ristorante cinese in compagnia di amici pajacci, tanto che, questi ultimi, pur involontariamente e senza che egli stesso se ne preoccupasse, gli rubarono un involtino primavera e dei Waston (skifose, vomitevoli cosine fritte) C) serie di battute veramente indecenti e tristi in macchina sotto l’orecchio vigile dei suoi genitori (addirittura a sfondo erotico) D) le sue INNUMEREVOLI E TIPICHE GIUSTIFICAZIONI, spesso d’una assurdità inconcepibile, ogni volta che gli viene detto qualcosa che danneggi la sua figura o che venga incolpato, colpito nell’orgoglio…

ps: sembra un essere dimmerda da come descritto, tuttavia gli si vole tutti un monte di bene al pajaccio bajo.. (minimo rispetto però!!!)

“Il clown in fin dei conti è quello che facciamo noi nella vita naturale. Allora, tu cammini per la strada prendi un palo in faccia, Bawn! Naturalmente tu prendi il palo non è che tu ridi, sarebbe il colmo, prima piangi, poi dopo forse dici che cavolo mi è successo, perché dipende come prendi il palo, se ti chiama qualcuno, in quel momento tu sei distratto, leggi il giornale, come a me è capitato, quindi fai ridere, scivoli su una pelle di banana, cosa molto antica, ma è più facile a Messina scivolare su una “merd” e arrivi con il culo per terra. Adesso stiamo ridendo, ma quando tu arrivi a terra non è che ridi tanto, ma c’è qualcuno che passa accanto: “Hee!Hee” che ride,- cretino!- Ma è normale che ride, perché sono le cadute. Allora sono delle cose che il pagliaccio in fin dei conti, ad esempio prende uno schiaffo scherzoso, anche se si dice gioco di mani gioco di villani, poi c’è quello brutto che ti dà una gran “tumpulata’nta faccia” (vigoroso schiaffo), i schiaffi finti, una pedata nel culo finta che fa ridere ma sono delle cose che quando prendi una pedata nel culo o uno schiaffo fanno male e quindi è strano. Il pagliaccio è strano, perché in fin dei conti fa ridere su delle cose brutte, cattive che fanno piangere. Quindi il pagliaccio è uno che è triste e alla fine , non per niente si deve truccare per essere non se stesso. Perché se era gioia, non c’era bisogno di truccarsi. Il trucco nasconde il pagliaccio, che fa ridere ma è triste»
Estratto da un’intervista di Eugenio Vanfiori a Gérard Foucaux (2006):


Il vostro giullare, ma dal cuore reale

Lord Craco





Diario Di Un Mascalzone

23 02 2009

Salve a tutti! Come ho già fatto altre volte oggi parliamo di un argomento che ho usato nell’ultimo tema pochi giorni fa: le conseguenze negative di Internet sui giovani. Che Internet sia un grande mezzo di comunicazione questo non lo mette in dubbio nessuno. Ma bisognerebbe controllare cosa comunica. Siti come You Tube e Facebook comunica un’immagine sbagliata dei giovani. Per esempio You Yube pullula di ogni genere di video idioti che fanno i ragazzi solo per il gusto di diventare “famosi”. Anche su Facebbok ci sono utenti che accettano l’amicizia senza controllare chi l’ha inviata, cosa veramente incosciente e pericolosa. Tutto questo soltanto per essere “famosi”. Anche io sono utente sia di You Tube che di Facebook, ma non mi salterebbe neanche in testa di fare queste cose soltanto per essere conosciuto e popolare. Posso però capire le persone che lo fanno non addossando tutta la colpa su di loro dato che è la nostra società che ci propone ogni giorno “falsi idoli”. Concludo dicendo che Internet è si un grande mezzo di comunicazione ma dovrebbe controllare tutto quello che comunica.

The Calzo’s Life

Ed siamo arrivati al momento in cui vi racconto un po’ di me. Bhè….non credo ci sia molto da dire se non che la festa che avevamo programmato è saltata poiché non venivano abbastanza persone, ma non sono triste anche perché ieri con i miei amici sono andato a Danza In Fiera a Firenze! Mi sono divertito tantissimo e devo dire che la giornata ha compensato l’annullamento della festa! Poi adesso fino a Giovedì non abbiamo scuola!!!Evvai! Mentre da Giovedì a Sabato dovrò andare ai Colloqui Fiorentini, un concorso a cui abbiamo partecipato. Il bello è che fino a Lunedì prossimo non rientro a scuola!!!!!

Top Of The Mascalzone

sanremo-2009

Dato che Sanremo si è appena concluso vi propongo le canzoni che mi sono piaciute di più di questa edizione (da oggi in poi per sentire una canzone cliccate sul titolo):

Arisa – Sincerità: ecco la vincitrice della categoria giovani: Arisa. La canzone è davvero orecchiabile, molto semplice e tranquilla. Riguardo alla cantante devo dire che ha un look proprio particolare, ma non mi dispiace affatto. Certo sembra sia venuta da un’altra pianeta però è particolare ed è stato questo il su punto forte.

Gemelli Diversi – Vivi Per Un Miracolo: arriviamo ora secondo me allo scandalo più grande di questa edizione di Sanremo. Canzone che si meritava a priori di vincere, ma è stata eliminata nelle prime sere. Un vero e proprio scandalo. Una canzone hip hop che denuncia tutti i problemi del mondo d’oggi, un testo che colpisce veramente al cuore.

Pillola Del Passato:

Eros Ramazzotti – Terra Promessa: torniamo al 1984 quando un ragazzotto sbarca nella sezione voci nuove di Sanremo e riesce a portarsi a casa l’ambito trofeo. Era Eros Ramazzotti che inizia la sua notevole carriera proprio con al canzone Terra Promessa. Penso non ci sia altro da dire. Gustatevi questa chicca.

Ciak si gira!

la-locandina-italiana-di-underworld-la-ribellione-dei-lycans-102539Oggi recensisco un film che ho visto sabato scorso: Underworld: La Ribellione dei Lycan. Premettendo che questo è un film di una saga e non ho visto i precedenti devo dire che lo spettacolo mi è piaciuto molto, era un film ben fatto. I colori erano tetri e scuri come anche tutta la trama del film d’altronde. Bravi gli attori nelle loro interpretazioni, sia per quanto riguarda i Vampiri che per quanto riguarda i Licantropi. Scene magari troppo crude e sanguinarie ma rendevano bene il combattimento tra le due fazioni. Spero di andare a vedere una commedia la prossima volta ma nell’attesa gustatevi il trailer!

Voto: 7+

RESTATE SITONIZZATI!

Dal vostro blogghista MascalzoneSimpa

P.S.= Scusatemi per l’ennesimo ritardo! Sono proprio un Mascalzone!XD





The Calzo’s Life

18 10 2008

Eccoci di nuovo a The Calzo’s Life. Scusate per il ritardo ma ho avuto qualche problema tecnico(computer occupato da mio fratello!XD). Questa settimana è successo un evento molto importante: OCCUPAZIONE a scuola! Ebbene sì, come è già successo in altre scuole, anche il Liceo Scientifico Agnoletti di Campi Bisenzio ha occupato (x la prima volta)! Secondo me ha fatto benissimo e non lo dico solo perché si salta ore di scuola, ma lo dico perché la riforma Gelmini ha proprio stravolto l’istruzione italiana. Già la scuola italiana non era tra le migliori e cosa decidono di fare? Tagliare i fondi! Così è ancora peggio! Così non lo risolvi il problema, lo aggravi! Il colpo più forte l’hanno preso le Università, le quali la maggior parte ha molti debiti. Quindi la conseguenza immediata è la privatizzazione delle Università. Per “fortuna” non è ancora legge, bensì decreto legge, che deve essere approvato entro 60 giorni dalla sua pubblicazione. Infatti l’obbiettivo dell’opposizione è far scadere il tempo. Speriamo proprio ci riescano, perché quelli che vanno al liceo, come me, è obbligatorio che vadano alla Università, ma diventando private queste vengono a costare di più e non tutti se le possono permettere! Alcuni si sono auto-scusati dicendo che per i più bravi ci saranno delle borse di studio, ma anche quelli meno bravi devono avere il diritto di poter frequentare le università!

Oggi infatti in molte piazze italiane sono state organizzate delle manifestazioni (nei miei quartieri a Sesto Fiorentino e a Firenze). Anche martedì si replicheranno con la speranza di creare un movimento collettivo che coinvolga molte persone. E ci stanno riuscendo! Molti non sono d’accordo con la riforma Gelmini, quindi il governo deve capire di aver preso un abbaglio e deve immediatamente eliminare questo decreto legge! Ne và del nostro futuro!

Dopo questo mio “salmone” contro la riforma Gelmini ritorno a notizie più “personali” dicendovi che forse ho trovato un nuovo sport! Infatti guarderò cosa ha da propormi l’Accademia di Danza di Hidron (per chi non lo sapesse l’Hidron è un centro benessere, piscina, palestra a Campi Bisenzio àhttp://www.hidron.it/showPage.php?template=home&id=101) .

Bene penso di avervi rotto i cosiddetti abbastanza per oggi! Alla prossima!

Gazzenda’s Pills

Ping Pong da Banko

(giochi antisbadiglio per preservare l’integrità dello studente durante l’eccitante lezione di inglese)

Numero di giocatori: 2

Dove: in classe

Quando: durante la lezione di inglese

Cosa serve: 2 penne. Una per giocatore

Come funziona:

Il gioco è molto semplice. Ogni giocatore non deve fare altro che starsene seduto al suo banco. Il gioco consiste nel ricreare il tipico rumore del ping pong (tac….tac…) con l’aiuto della penna battuta sul banco. Si decide chi comincia con il classico pari e dispari. Il primo batte la sua penna sul banco:tac! Ora sta al secondo, che per rispondere deve battere anch’egli la sua penna sul banco:tac! E cosi via. Tutto questo nel silenzio della classe durante la spiegazione del prof. Quando il prof interrompe la lezione per chiedere silenzio o lamentandosi del rumore assegna un punto. A chi? È come se l’ultimo giocatore avesse sbagliato a battere la penna sul banco. Il punto và perciò all’altro giocatore. Scegliete attentamente il momento in cui battere la penna, in modo che il prof non vi becchi.

Regole Particolari:

Ø Ogni giocatore ha un massimo di 10 secondi x rispondere all’avversario col suo tac. Altrimenti regala il punto all’altro.

Ø Si arriva a 11 o a 21, come nel ping pong classico

Ø Dopo ogni punto, rigioca chi ha ricevuto il punto.

Penitenza x lo sconfitto:

Baciare il/la bidella/o a tradimento con la scusa di vedere se ha un bruscolino in un occhio.

RESTATE SITONIZZATI!

Dal vostro blogghista MascalzoneSimpa