Spazio Alle Buffonate

23 02 2009

“Signore e Signori, buon divertimento.. che la pajacciata abbia inizio!”

Capita spesso al circo che, quando un’esibizione sia andata particolarmente bene e abbia riscosso così grande successo, il pubblico gridi a squarciagola “Bis, vogliamo il Bis”.. ecco, oggi avviene una casistica del genere, c’è un qualcosa che si ripete infatti.. un’incoronazione, per giunta!. Mi spiego meglio. Il vincitore del premio di buffone della settimana và ad un notissimo e per niente rispettabile pagliaccio che già l’aveva conquistato nel passato, determinando quindi la sua primissima doppietta nell’albo di questo spazio, massimi onori per questo!! Bravissimo… Bajo Pagliaccio!!! è lui. Un nome, una leggenda. Nomen-Omen: Pagliaccio 4 ever. “Strano, si sapeva…è troppo pajaccio” questo stareste certamente pensando.. e come darvi torto?!?!?!? E’ una continua buffonata vivente con quattro arti questo pagliaccio campigiano, mai è sazio di scemenze e di mettersi in mostra con lcunia suoi incomprensibili aspetti buffoneschi. Quelli di questa settimana: .A) dinannzi ad una biglietteria cerca di fare l’eroe tentando di anticipare del denaro a me stesso, medesimo, Lord Craco, affinchè le finanze, come a suo modo di evdere, si semplificassero…invece Bordello Assoluto, non c’erano abbastanza banconote da 5.. e lui stesso rischiava di prendersela in tasca da vero clown B) Nemmeno si ricordava ciò che aveva ordinato al ristorante cinese in compagnia di amici pajacci, tanto che, questi ultimi, pur involontariamente e senza che egli stesso se ne preoccupasse, gli rubarono un involtino primavera e dei Waston (skifose, vomitevoli cosine fritte) C) serie di battute veramente indecenti e tristi in macchina sotto l’orecchio vigile dei suoi genitori (addirittura a sfondo erotico) D) le sue INNUMEREVOLI E TIPICHE GIUSTIFICAZIONI, spesso d’una assurdità inconcepibile, ogni volta che gli viene detto qualcosa che danneggi la sua figura o che venga incolpato, colpito nell’orgoglio…

ps: sembra un essere dimmerda da come descritto, tuttavia gli si vole tutti un monte di bene al pajaccio bajo.. (minimo rispetto però!!!)

“Il clown in fin dei conti è quello che facciamo noi nella vita naturale. Allora, tu cammini per la strada prendi un palo in faccia, Bawn! Naturalmente tu prendi il palo non è che tu ridi, sarebbe il colmo, prima piangi, poi dopo forse dici che cavolo mi è successo, perché dipende come prendi il palo, se ti chiama qualcuno, in quel momento tu sei distratto, leggi il giornale, come a me è capitato, quindi fai ridere, scivoli su una pelle di banana, cosa molto antica, ma è più facile a Messina scivolare su una “merd” e arrivi con il culo per terra. Adesso stiamo ridendo, ma quando tu arrivi a terra non è che ridi tanto, ma c’è qualcuno che passa accanto: “Hee!Hee” che ride,- cretino!- Ma è normale che ride, perché sono le cadute. Allora sono delle cose che il pagliaccio in fin dei conti, ad esempio prende uno schiaffo scherzoso, anche se si dice gioco di mani gioco di villani, poi c’è quello brutto che ti dà una gran “tumpulata’nta faccia” (vigoroso schiaffo), i schiaffi finti, una pedata nel culo finta che fa ridere ma sono delle cose che quando prendi una pedata nel culo o uno schiaffo fanno male e quindi è strano. Il pagliaccio è strano, perché in fin dei conti fa ridere su delle cose brutte, cattive che fanno piangere. Quindi il pagliaccio è uno che è triste e alla fine , non per niente si deve truccare per essere non se stesso. Perché se era gioia, non c’era bisogno di truccarsi. Il trucco nasconde il pagliaccio, che fa ridere ma è triste»
Estratto da un’intervista di Eugenio Vanfiori a Gérard Foucaux (2006):


Il vostro giullare, ma dal cuore reale

Lord Craco





Spazio Alle Buffonate!

9 02 2009

“Naso tondo e rosso… vestiti larghi e delle più svariate colorazioni… palloncini a più non posso… aiuto, sono arrivati i buffoni!!!”

.

Una parata del circo è quando un gran numero di buffoni, giocolieri, pajacci o suddetti all’addività circense più in generale sfilano per la via in cerca di fama, per riscuotere consensi e pubblicizzare i loro show-pregiata…. Ecco… Il sottoscritto Lord Craco in persona si è imbattuto in un corteo molto pagliaccesco in questi giorni, per l’esattezza sabato sera… e lo ha trovato a tal punto estremamanete ridicolo e buffonesco che ho deciso di dedicargli la magnificienza dell’odierno spazio alle buffonate… e dunque conferire alla collettività di esso il tanto ambito premio… I personaggi in questione erano non più di una ventina scarsa, e avevano messo sotto-sopra tutta Firenze con un’insulsa protesta contro le foibe… (non è che io non condivida l’opinione, ma c’erano anche modi ben più seri…) ..e non meno pagliacci di loro i poliziotti e tutti i carabinieri!!!! essi infatti seguivano il corteo proteggendolo sia dal davanti che dal dietro, come se fossero amiconi…invece di fare la necessaria Tabula Rasa… che mondo di clowns….

.

All this weeping in the air, / Tutte queste lacrime nell’aria
I can tell were about to fall / Posso dire che stavamo cadendo
through floating forests in the air / attraverso foreste fluttuanti nell’aria
Across the rolling open sea. / Attraverso il mare in burrasca
Now I kiss and run through air. / ora bacio e scappo nell’aria
Leave the past find nowhere, / Lasciato il passato trovato in nessun luogo
Floating forests in the air clowns all around you. / Foreste fluttuanti nell’aria, pagliacci attorno a te
.
Clowns are here to let u know where u let your senses go. / Pagliacci sono qui farti capire dove lasciar andare i tuoi sensi
Clowns all around you its a cross i need to bear. / Pagliacci attorno a te é una croce che devo sopportare
All this black and cruel is fair, this is an emergency / Tutto questo nero e crudele é corretto, questa é un emergenza

.
Can u see clowns all around you. / Riesci a vedere pagliacci attorno a te
Can u see?
Can u see? / Li vedi? li vedi?
Can u see? Can u see me now? / Li vedi? Riesci a vedermi?
Floating, floating, floating, floating. / Fluttuando, fluttuando,…
.
See me here in the air not holding on to anywhere / Guardami qui nell’aria senza punti d’appiglio
But holding on so beware I have secrets I wont share. / Ma tengo duro quindi attenzione serbo segreti che non rivelerò
See me here wishing you if I don_t deny I do contemplate our wish away. / Guardami qui che ti desidero se non lo nego contemplo di perdere questo desiderio
If I ask u not to stay, / Se ti chiedo di restare
clowns are here to let u know where u let your senses go, / pagliacci sono qui per farti sapere dove lasciar andare i tuoi sensi
Clowns all around you it_s a cross I need to bare. / Pagliacci attorno a te, é una croce che devo portare
.

da: Tatu- Clowns (can you see me now)

Il vostro giullare ma dal cuore reale

Lord Craco





L’Angolo Della Nena

28 01 2009

Bentornati nel mio Angolo personale! Altra settimana. Ormai i giorni passano così in fretta che nemmeno ci faccio caso. In quest’ultimo periodo mi sono fatta prendere spesso dalla paura. Beh, più che “paura”, sarebbe più corretto dire agitazione o, al limite, nervosismo. Comunque, tralasciando i miei commenti sui sinonimi (avrei dovuto procurarmi un dizionario sottomano Image Hosted by ImageShack.us), penso che in fondo in fondo, quelle sensazioni non siano poi così negative. Parlando di Paura, c’è da dire che ha la sua importanza: per esempio, ci impedisce di comportarci in modo sconsiderato, ci fa essere prudenti e, in qual caso, facendo ciò, ci salva pure la vita. È ovvio che sia soggettiva, visto che non tutti siamo uguali; magari troviamo divertenti banalità che spaventano terribilmente gli altri. Non c’è una logica precisa, in effetti… Comunque sia, sono convinta che sia fondamentale. Certo che sono strana: essendo in questi giorni piuttosto logorroica, pensavo che quest’Angolo sarebbe venuto più ricco e… francamente, anche meno macabro! Image Hosted by ImageShack.us A quanto pare, stabilire giorni prima di cosa voglio parlare è abbastanza inutile, visto che poi l’Angolo esce sempre con tutt’altro argomento. D’altronde, l’ispirazione non va imposta. Ok, direi che per oggi può bastare. Devo dire che, nonostante abbia passato una settimana tranquilla, mi stanno venendo fuori argomenti quasi tristi… Mah! Image Hosted by ImageShack.us Speriamo che la settimana prossima l’argomento sia più allegro. Image Hosted by ImageShack.us


Image Hosted by ImageShack.us
L’uomo che non prova mai paura è perduto.

_Louis-Ferdinand Céline_
Image Hosted by ImageShack.us

Alla prossima!
Baci!
Image Hosted by ImageShack.us Dalla Nena  Image Hosted by ImageShack.us


Creative Commons License





Spazio Alle Buffonate

26 01 2009

Ciao Cari buffoni… anzi, Addio!

…e ora son sicuro che vi diaccio! Oggi questo celeberrimo spazio delle buffonate deve essere suddiviso per la prima volta, nella sua seppur giovane esistenza, tra due personalità che pur compiendo molte e alquanto imponenti pajacciate in questa settimana non sono riuscite a prendere il sopravvento l’una sull’altra. Primo pajaccio presentato: Il Lodovisi.. non certo alla sua prima incoronazione questo argutissimo Nè, famoso per la sua irrefrenabile smania di portare a raduno i suoi cari amici ‘ncelli e per scatenare marasma contro sultani, gran visir e qualsivoglia personalità di spicco nel mondo del circo… Secondo pajaccio (non certo secondo in quanto a pajacciaggine però!!): I’ Chiesa… Il nome potrebbe alquanto poter risulatre d’inganno…perchè non è un ragazzo calmo, tranquillo, serio o educato.. “di chiesa” insomma… è più un membro di una compagnia circense, ecco… Dalle idee spesso improponibili, con una concezione di un mondo fatto ad immagine e somiglianza di una console Wii, si dimostra spesso in atteggiamenti inequivocabili da pajaccio… dunque è un trono per due vincitori, un cappello per due giullari, un onore…per due disonorabili!!!

“Il buffone medioevale trascende i confini della commedia e della tragedia: egli, nella parodia, può essere comico nella tragedia e tragico nella commedia. Non ha confini di categoria umana perché non è umano. Egli proviene dal mistero, dalla notte. Il suo compito è quello di parodiare tutta la società che lo ha emarginato, evidenziando le assurdità che la caratterizzano. “I buffoni parlano sostanzialmente della dimensione sociale dei rapporti umani per denunciarne l’assurdità. Parlano pure del potere e della sua gerarchia, rovesciandone i valori.[…..] In realtà i buffoni funzionano sul rovesciamento dei poteri: il più idiota comanda.[…..] I buffoni non sono solitari, ma vivono in bande, e tra di essi c’è grande complicità, con un capo che li dirige.”

JACQUES LECOQ, Il corpo poetico

Il vostro giullare ma dal cuore reale

Lord Caco





Le Cronache Del Mascalzone

16 01 2009

Finalmente è arrivato il momento di iniziare a narrarvi questa storia! Ma prima di tutto meglio un’introduzione che presenti i personaggi, in modo che qualsiasi visitatore possa riguardarla quando legge un nuovo capitolo del racconto.

Alberto/MascalzoneSimpa = il protagonista della storia, che ricordiamo non è un mio diario personale stravolto ma un racconto di pura fantasia. Il nostro caro amico, che in realtà si chiama Alberto, è un ragazzo come tutti gli altri: ha 16 anni, frequenta il liceo scientifico ed esce con gli amici. Finché al suo 16° compleanno non incontra sotto forma di anima un suo antenato: MascalzoneSimpa. Fermiamoci qui con le anticipazioni…altrimenti vi rovino la storia. Cmq Alberto è un ragazzo solare, intelligente, molto bravo a scuola ma totalmente negato con le ragazze e sempre perennemente timido. MascalzoneSimpa invece il contrario: ha mille amici, cambia ragazza ogni settimana e i professori lo rimproverano sempre……

Giovanni/Il Re Pagliaccio = Giovanni è un ragazzo del tutto diverso da Alberto. È molto estroverso, a scuola va malino , nonostante frequenti il liceo classico. Tutto questo perchè anche lui ha ritrovato il suo antenato, Il Re Pagliaccio che stipulerà con lui un accordo molto simile a quello di Alberto e di MascalzoneSimpa. Inoltre Il Re Pagliaccio è il migliore amico di MascalzoneSimpa, nonostante Alberto e Giovanni siano amici-nemici.

Vanessa = è la ragazza dei sogni di Alberto, nonché fidanzata di Giovanni. E già qui le cose si complicano……Vanessa non è la solita “ragazza cheerleader”, ma neanche la ragazzetta timida che si nasconde dietro ogni cosa. È una semplice ragazza simpatica, carina ed estroversa. Ma ke volete di più?XDXD

Giusy/Galaxy = stessa storia di Giovanni e Alberto anche lei ha scoperto una sua antenata, Galaxy. Ben presto diventerà la migliore amica di Alberto ed con lui formerà il trio MascalzoneSimpa – Il Re Pagliaccio – Galaxy, anche se continuerà ad odiare Giovanni…..

Simone = Il migliore amico di Alberto, esperto di computer e tecnologia appoggerà sempre il suo amico e sarà il primo a cui Alberto rivelerà l’essenza di MascalzoneSimpa…..

Lord Kreskon = un anima malvagia che passerà di corpo in corpo per raggiungere il suo scopo…ritornare in vita!

Tutte le anime hanno un obbiettivo comune: raggiungere la fenice argentea situata su un isola sconosciuta al centro del Pacifico. Arrivando ad essa una sola anima può ritornare in vita spezzando così l’incantesimo che la tiene prigioniera…..

Ne vedremo delle belle!

P.S. Saranno presenti anche altri personaggi minori all’interno della storia…che però verranno descritti successivamente….

Ke ve ne pare?

Creative Commons License




L’Angolo Della Nena

14 01 2009

Riecco il mercoledì.

In questi giorni non mi sta succedendo niente di nuovo, quindi non ho novità da raccontare.
Mentre scrivo l’Angolo sto inventando una fiaba.
È davvero difficile; so già che sarà banale e noiosa.
Amo le fiabe! Trovo davvero stupido pensare “Non racconter
ò le fiabe a nessuno, non voglio illuderli che ci sia sempre un lieto fine”. Una fiaba per essere tale deve avere un lieto fine! Anche perché è destinata ai bambini, che devono crescere pieni di sogni e speranze, credendo fortemente che le cose possono andare a finire bene. Come possono essere felici, altrimenti?

Via, oggi proprio sono a corto di idee. D’altronde, mi devo spremere le meningi fino all’ultimo su questo tema. Image Hosted by ImageShack.us

Vi saluto!

Image Hosted by ImageShack.us

I bambini sanno qualcosa che la maggior parte della gente ha dimenticato.

_Keith Haring_

Image Hosted by ImageShack.us

Alla prossima!

Baci!

Image Hosted by ImageShack.us Dalla Nena  Image Hosted by ImageShack.us

P.S.: Dani, auguri! (^_^) (Non so come si dice in questi casi Image Hosted by ImageShack.us)

Creative Commons License





Spazio Alle Buffonate!

12 01 2009

il 2008 se n’è andato… ma il nostro spazio dei buffoni è solamente cominciato!Il A vostro malgrado vi terrà in compagnia ancora per un lungo tempo, finchè la stirpe dei clown non affonderà nel + buio degli abissi… Bando alle cose serie adesso, il primo grande pagliaccio che si aggiudica questa deliziosa contesa tra pretendenti non certo facili da superare in fatto di idiozia… è sicuramente Marco, altresì detto “il Pazzoide”!!! … e già il nome è tutto un programma!!! Il fatto che su msn tenga come avatar la foto di Silvio Berlusconi non è certo il miglior modo per approcciarsi nelle conversazioni col prossimo, tanto più che, pur mantenendo sempre lo status “in linea” non c’è mai e quindi non risponde categoricamente ad alcun tentativo di reperirlo .. impossibile inoltre dimenticare che nell’ultima adunata di pagliacci a cui sarebbe dovuto esser presente, è riuscito a perdere l’ultimo autobus disponibile per raggiungere il suo consueto gruppo di ‘ncelli 1 pò tutti allo sbando per la solita serata sabatina di buffonate. il fatto che si esprima poi di consuetudine urlando, gridando all’impazzata o comunque tenendo 1 tono di voce 1000 decibel volte superiore a quello normalmente usato dall’uomo non può certo che fare altro che aumentare le quotazioni di questo strano elemento. A volte losco (chiede somme di denaro in prestiso che promette di restituire…ma poi se ne dimentica negando il tutto), a volte variomane dalle grandi capacità (tratto molto raramente riscontrabile trai normali pajacci) egli è 1 elemento piuttosto pericoloso, 1 clown spesso impossibile da controllare nella sua irrefrenabilità impulsiva… meglio stargli lontano a volte, onde evitare anche risse e confronti fisici cui è particolarmente avvezzo.

Il vostro giullare ma dal cuore reale

Lord Craco

L’Universo è una perpetua pagliacciata, di cui sempre la mia corte verrà deliziata”